GIOVANNI COLANERI - Laurentina e Rebibbia

artstopmonti.giovannicolaneri.jpg

"Ho voluto disegnare piazze, luoghi di interesse storico, culturale, palazzi ed altro, ubicati nelle aree metropolitane delle due direzioni della Metro B, tenendo come perno centrale la stazione di Cavour e ricreando una sorta di dimensione cittadina surreale. Quindi, uno dei due billboard rappresenta tutto ciò che si può trovare tra Cavour e Laurentina; l’altro ciò che si trova tra Cavour e Rebibbia.

Ho voluto disegnare per ogni fermata un elemento che faccia riferimento alla rispettiva zona e l’ho fatto in modo tale da comporre visivamente nell’illustrazione il nome del capolinea: "Laurentina", per il billboard interno, e "Rebibbia", per quello esterno. Mi piace creare illustrazioni con all’interno oggetti che, assemblati, creano lettere, maiuscole o minuscole. In questo caso, però, ho scelto di non isolarle e ho preferito unirle insieme al resto, inserendole in un vero e proprio contesto urbano osservato dall’alto.

La mia idea è stata quella di illustrare Roma attraverso i gli elementi più familiari al cittadino, ricreando una dimensione familiare collettiva. La dimensione della città, i colori, la vita che nasce dal caos. Dato che sto lavorando molto sulla tipografia illustrata, ho pensato di sperimentarla anche in questa occasione, portandola tra le persone che ogni giorno percorrono questa linea.

Il risultato è stato un mondo onirico e surreale in cui troviamo quelle zone della città che si incontrano viaggiando sulla Metro B. Ho cercato di unire presente e passato facendo condividere loro un unico spazio.

Giovanni Colanieri Art Stop Monti

Il bello della tipografia illustrata è scegliere quanto nascondere o rendere visibili le lettere che rappresento. In questo caso ho scelto una via di mezzo, nel senso che i monumenti che compongono le lettere sono sproporzionati, quindi ben visibili, ma allo stesso tempo si mescolano con le persone, le auto, l’ambiente cittadino, creando una Roma surreale.

La selezione dei luoghi è stata effettuata in base alla loro riconoscibilità ma soprattutto ho dovuto selezionare quelli che meglio si prestavano alla morfologia delle lettere che dovevo rappresentare. Oltre ai luoghi chiave delle fermate della Metro B, ho inserito anche altri punti di riferimneto immancabili in una illustrazione."

Giovanni Colaneri