VALERIO VENTURA RACCONTA LA SUA "ARTIBIT"

L'arte prosegue il suo viaggio all'interno della stazione Cavour, che accoglie nei suoi spazi il sesto progetto artistico vincitore dell'open call di Art Stop Monti. "Artbit" è il titolo dell'opera e il suo autore è Valerio Ventura.

Artstopmonti.Artbit

Un'opera giocosa e interattiva che richiede l'intervento del pubblico per essere costruita. I protagonisti sono infatti i passeggeri in transito che con il loro biglietto metro possono contribuire alla sua realizzazione.

Se foste curiosi di sapere di più su questo progetto, ecco una breve intervista al suo autore che si racconta e ci racconta la sua "Artbit".

Chi è Valerio Ventura?

Sono semplicemente VV, due lettere sono più facili da ricordare!

Artbit è un’opera giocosa e interattiva che coinvolge i passanti/viaggiatori: com’è nata quest’idea?

L'idea è nata dal biglietto stesso: volevo usarlo come unico elemento per la composizione dell'opera e volevo che fosse proprio il biglietto del viaggiatore, così nasce ARTBIT.

Com’è stato pensare un’opera per un ambiente come la stazione metropolitana?

Viaggio in metropolitana tutti i giorni, da quando ero piccolo. Per me è stato come giocare in casa.

Come speri che i passanti approccino alla tua opera?

Vorrei che i passanti si sentissero autori dell'opera stessa. La data, l'ora di emissione e scadenza del loro biglietto rappresentano la firma che lasceranno come testimonianza del proprio passaggio. La stazione, come la città, è di tutti e tutti possono essere autori dell'opera!

Noi ringraziamo Valerio per il tempo dedicatoci e auguriamo buon divertimento a tutti i viaggiatori che, con il loro biglietto, prenderanno parte alla realizzazione di quest'opera!

Artstopmonti.artbit