UNA PASSEGGIATA NEL PRIMO RIONE DI ROMA

 

Salendo gli scalini della fermata metro Cavour, a due passi dal Colosseo, c’è uno spicchio di Roma che ancora conserva quella vena popolare che vale la pena visitare. 

Confina con la Roma dei Fori Imperiali e del quartiere Esquilino, è a due passi dalle due meravigliose basiliche di Santa Maria Maggiore e di San Pietro in Vincoli. Tra viuzze strette, botteghe artigiane, gallerie d’arte e vinerie alla moda, si estende Rione Monti, uno dei quartieri più carichi di storia di tutta la città che pare ancora essere custode di un mondo a sé.

Che siate turisti o romani DOC, vi raccontiamo un po’ di quello che potrete trovare passeggiando tra i vicoli del primo rione di Roma.

La nostra passeggiata parte proprio dalla stazione Cavour, perché #InTheMoodOfLovingRome è anche un omaggio alle bellezze della città, un invito a godere di quanto di bello si respirerà una volta saliti gli scalini ed è l’intento di far convivere lo spazio della stazione con le bellezze che si troveranno fuori. 

Iniziamo la passeggiata dalle due grandi arterie di Via Cavour e Via Nazionale. Qui vi è la Suburra, antico quartiere i cui vicoli dissestati fatti di sampietrini e scorci suggestivi sono di una bellezza da mozzare il fiato.

Girovagando un po’ a caso potremmo imbatterci in Via degli Zingari, Via Leonina o Via del Boschetto, e non mancherà l’occasione di fermarsi in qualche enoteca, libreria o negozietto di oggetti particolari.

Vagabondando ancora arriveremo alla storica piazzetta di Madonna dei Monti, con la sua caratteristica Fontana dei Catecumeni, luogo che, al calar del sole, diventa punto di ritrovo per abitanti e turisti.

Se, poi, la passeggiata ci ha messo un po’ di appetito, Via Panisperna è il luogo che ospita i più famosi ristoranti dai tempi della Dolce Vita. Non a caso prende il nome dal latino Panis et Perna: pane e prosciutto!

Ma Rione Monti è anche il posto che ospita piccoli commercianti e artigiani, gallerie d’arte e pittori oltre ad uno dei più famosi mercatini vintage della città, ci sono pub e trattorie che ti fanno venir voglia di vivere Roma.

Salendo le scalette di Via degli Ibernasi si apre la visuale dei Fori con uno scorcio sull’Altare della Patria, ed arriviamo così alla fine della nostra passeggiata e ci affacciamo sulla piazza e la Salita del Grillo.

Art Stop Monti è, dunque, lieta di essere una delle entrate su questo piccolo cuore pulsante della capitale, caratterizzato da vicoli sognanti, ristoranti gustosi e per “mostrare un luogo che non ha la prosopopea del Barocco, con i suoi artigiani, i suoi negozi e le scuole di danza e teatro, ma che invoglia il curioso a cercarne gli aspetti più nascosti“, come citava Mario Monicelli.